fbpx

Silvia Camporesi – Mirabilia

Silvia Camporesi – Mirabilia

Silvia Camporesi – Mirabilia 2560 1440 SCIC Italia

11 febbraio – 11 aprile 2020
SCIC – Flagship Store
Via Durini 19, 20122 Milano

SCIC presenta un concept temporaneo in cui i migliori artisti della scena italiana sono chiamati a dialogare
con l’eccellenza del design e dell’arredo dando vita ad uno spazio in cui la creatività invade le pareti.
Non una mostra, ma un consapevole intervento all’interno degli ambienti di SCIC perché l’arte possa
vivere nella dimensione domestica, all’interno delle nostre vite.
Silvia Camporesi interviene all’interno del flagship store di SCIC con un progetto nato dalla sua serie
Mirabilia, una ricognizione dei luoghi insoliti dello stivale, catturati dallo sguardo dell’artista come sospesi
in una dimensione onirica. Le foto indagano forme e temi cari a Franco Maria Ricci – come la piramide o il
labirinto solo per citarne alcuni. Proprio in Via Durini, infatti, Franco Maria Ricci aveva la sua sede milanese
e ancora oggi lo spazio che ospita le cucine SCIC conserva l’impronta dello storico editore e designer del
logo dell’azienda.

Silvia Camporesi presenta un dialogo con la storia dello spazio milanese e lo fa inserendo all’interno della
vetrina un’immagine che conquista tutto lo spazio, creando un effetto di forte attrazione e curiosità.
Proseguendo all’interno dello store sarà possibile vedere una raccolta di opere provenienti da Mirabilia,
scelte appunto in omaggio e continuità con lo spazio.

 

SILVIA CAMPORESI
(Forlì, 1973)

Laureata in filosofia, vive e lavora a Forlì. Attraverso i linguaggi della fotografia e del video costruisce
racconti che traggono spunto dal mito, dalla letteratura, dalle religioni e dalla vita reale. Negli ultimi anni
la sua ricerca è dedicata al paesaggio italiano. Dal 2003 tiene personali in Italia e all’estero. Nel 2007 ha
vinto il Premio Celeste per la fotografia; è fra i finalisti del Talent Prize nel 2008 e del Premio Terna nel
2010; ha vinto il premio Francesco Fabbri per la fotografia nel 2013, il premio Rotary di Artefiera 2015, e
il Premio BNL 2016. Nel 2015 ha pubblicato il volume fotografico Atlas Italiae, per la casa editrice Peliti
Associati. Sue opere sono presenti in collezioni pubbliche e private.